Un fiore per le spose bambine

Fiori di carta. Belli, fragili e delicati per restituire un po’ di infanzia alle bambine del Burkina Faso. Isolate, tagliate fuori da famiglia, amicizie e dal mondo dell’istruzione, perdono la libertà e sono sottoposte a violenze e abusi. Molte di loro rimangono incinte immediatamente o poco dopo il matrimonio, quando  sono ancora delle bambine.

Il matrimonio precoce e forzato è una violazione dei diritti umani. È illegale secondo il diritto internazionale ed è vietato in molti dei paesi in cui è presente, ma le leggi esistenti spesso non vengono applicate oppure forniscono eccezioni per ottenere il consenso dei genitori o per le pratiche tradizionali.
Ogni giorno nel mondo 37.000 bambine sono costrette a sposare uomini molto più grandi di loro.
In Burkina Faso, i matrimoni forzati sono un fenomeno estremamente diffuso, soprattutto nelle aree rurali. Nonostante siano vietati dalla legge, le autorità non fanno abbastanza per fermarli. Firma l’appello e chiedi al ministro della Giustizia e dei diritti umani di far rispettare la legge e proteggere le bambine e le ragazze dai matrimoni forzati.

burkina-faso-texture-inspiration

Per tutte le bambine e le ragazze costrette a perdere in questo modo così violento la propria infanzia, Amnesty International Italia chiede di realizzare un fiore di carta, un gesto simbolico di solidarietà con le bambine e le ragazze costrette a sposarsi contro la loro volontà.

Gli origami di ?#?maipiùsposebambine? raccontano una storia. Ognuno di loro porta il nome di chi lo ha creato, un messaggio di speranza e un disegno ispirato alle decorazioni tradizionali dei villaggi del Burkina Faso, quegli stessi villaggi in cui Amnesty sta cercando di cancellare la pratica inumana dei matrimoni forzati amnesty.it/burkina

I fiori di carta, raccolti nel corso della campagna saranno consegnati alle autorità del Burkina Faso per chiedere che le leggi che proteggono i diritti di bambine e ragazze siano rispettate.

Salva la vita di una bambina con una firma

Correlati

Prodigy Kid: come la leggenda del Mostro di Ravenna è diventata una mostra di Arte contemporanea

L’8 di marzo del 1512 a Ravenna succede un fatto prodigioso. Viene alla luce un bambino che ha la testa enorme, un corno in fronte e una bocca esagerata. Una delle due gambe ha un occhio nel ginocchio, mentre l’altra è pelosa come la zampa del diavolo. Sul petto, tre lettere: Y X V. Tutto il mondo lo conoscerà come il Mostro di Ravenna.

Come collaborare con i brand

Su Domestika un corso pratico per trasformare le buone idee in un vero lavoro Aiutare i creativi a collaborare con i brand …

L’artista mascherato Manu Invisible combatte il bracconaggio insieme ai ragazzi di Cagliari

Ci sono tradizioni crudeli che vanno dimenticate per sempre. Ci sono invece tradizioni belle e antichissime che vanno recuperate. In Sardegna gli studenti di un Liceo artistico di periferia hanno dipinto un affresco per dire basta al bracconaggio. Combattono una tradizione assurda con la calce e il colore, con le tecniche di Michelangeleo e di Leonardo

This is KreativeHouse

We are creative. We solve problems through creativity and marketing processes. We campaign great contents that address cultural and social issues. We are into art, fashion and nonprofit.

Facebook