Silvia Molinari crea, in pochi istanti, illustrazioni naturalistiche partendo da un tocco di colore

La Lipu regala alla città di Parma un’installazione urbana di una delle più importanti acquerelliste italiane, Silvia Molinari. Una mostra lungo le vie della città, dedicata agli uccelli selvatici, che invita a riflettere sulla bellezza che rischia di scomparire. Un progetto speciale che travalica le pareti del museo e coinvolge la città.

Questa primavera le strade di Parma saranno popolate dagli ingrandimenti degli acquerelli dell’artista Silvia Molinari, illustrazioni di uccelli selvatici che nascono da pochi, rapidi, tocchi di colore e sembrano quasi dissolversi nel bianco della carta. La pavoncella, il pettazzurro, il picchio nero, la rondine, il falco cuculo (specie pregiata e ormai simbolo della città di Parma) e molte altre immagini che vogliono incantare e allo stesso tempo renderci consapevoli dell’estrema delicatezza della bellezza naturale che ci circonda. I soggetti degli acquerelli sono dieci specie di uccelli europei, alcuni dei quali fortemente minacciati. 

Picchio Nero, 2017. © Silvia Molinari courtesy of the artist

Un messaggio di bellezza come risposta all’incertezza e alla superficialità dei tempi, la delicatezza degli acquerelli contro la sopraffazione dell’uomo sulla natura. Il progetto è inoltre stato anticipato con affissioni su cartelloni pubblicitari situati in zone periferiche della città.

L’evento artistico urbano, con progetto creativo curato dallo studio Kreativehouse, anticipa l’Assemblea nazionale della Lipu e in particolare il convegno scientifico Birds In Europe 3, che si terrà proprio a Parma sabato 20 maggio.

Silvia Molinari è una delle più importanti acquerelliste italiane. Ha esposto in sedi prestigiose come la Biennale di Venezia, Affordable Art Fair di New York e di Milano; le sue opere sono conservate nella collezione permanente della JGO Gallery Park City (Utah) e alla Galleria Salamon&C di Milano. Arbusti, foglie, frammenti vegetali e altri delicati esseri viventi come insetti e uccelli sono i protagonisti delle opere di Silvia, figure che sembrano appena scivolate sul biancore della carta. Silvia Molinari tiene corsi e seminari in cui insegna disegno dal vero, collabora con diverse riviste di illustrazione, brand profit e nonprofit.

Sabato si è tenuto a #parma , nell'ambito della 52esima Assemblea Nazionale della Lipu ed in anteprima europea, il convegno internazionale "Birds in Europe 3 – Lo stato di conservazione degli uccelli in Europa nel nuovo compendio scientifico di BirdLife International". Sono stati presentati i dati del nuovo inventario di BirdLife International sullo stato di conservazione degli uccelli selvatici in Europa e la loro classificazione. Sono felicissima e onorata di aver preso parte al progetto con una serie di #acquerelli realizzati per l'occasione, guidata dal fantastico studio @kreativehouse.it . Grazie di cuore a tutta la famiglia #lipu , una gioia avervi incontrato. See more at: www.lipu.it #birdsineurope3 #birds #birdstagram #uccelli #birdslife #birdslovers #convention #igersparma #igersemiliaromagna #palazzodelgovernatore #acquerello #watercolor #waterpaint #art #arteacieloaperto #exhibition #lovemyjob #water #fauna #paint #instaart #instagood #instanature #nature #wildlife

A post shared by Silvia Molinari (@silviamolinarih2o) on

Progetto

Kreativehouse ha curato l'ideazione, lo sviluppo creativo e la moodboard per Lipu Onlus
Cliente Lipu Onlus / Direttore creativo Cristian Grossi / Artwork Silvia Molinari

Correlati

Cos'è il design
(nel mondo reale)

Dicono che il buon design va in paradiso, il cattivo design va dappertutto. Ma che cosa è davvero il Design e perché i prodotti non esistono più? Forse è tutta colpa di Etsy e di Behance.

Pubblicità!

La mostra illustrata sulla storia della Comunicazione italiana. Dai manifesti dipinti della Belle Époque al design pubblicitario di Armando Testa passando per Cappiello, Mauzan, Dudovich, Codognato, Sepo, Carboni, Nizzoli.

Squali, conigli, gorilla di carta e altre creature fantastiche

Gio Pastori e Rossana Orlandi celebrano il design con i migliori creativi al mondo: i bambini! L’iconica sedia Rabbit di Stefano Giovannoni e il portaombrelli Shark di Studio Job per Qeeboo diventano papercuts d'autore.

This is KreativeHouse

Questa è kreativehouse: siamo storyteller, seguiamo progetti di fashion, arte e il noprofit. Il nostro lavoro è farci venire buone idee. Uno studio creativo specializzato nel marketing e nel design delle strategie per la comunicazione.

Kreativehouse è uno studio di comunicazione e consulenza strategica nato nel 2005 a Fidenza, un paesino della provincia emiliana, perché le idee originali vengono dalla provincia. Aiutiamo i nostri partner a comunicare con il loro pubblico e a definire la propria identità, online e offline.

Facebook