#BiennaledelMosaico: Ravenna ospita il primo TikTok Day dedicato al mosaico antico e contemporaneo

Il 29 e 30 novembre la Biennale di Mosaico sbarca su TikTok: protagonisti i racconti dei giovani talenti dell’Accademia di Belle Arti e il Liceo artistico Nervi-Severini.

I social network hanno cambiato il modo di relazionarsi e comunicare con gli altri, non solo nella vita quotidiana, ma anche nel mondo dell’arte. Anche il MAR – Museo d’Arte della città di Ravenna utilizza le nuove piattaforme digitali per comunicare, promuovere e valorizzare l’immagine del museo.
Più di 50 studenti del Liceo artistico Nervi-Severini e dell’accademia di Belle Arti di Ravenna si incontreranno nelle sale del MAR per raccontare i grandi capolavori della città e le opere personali degli studenti d’arte musiva.

Dopo una formazione “deep dive” metodo attraverso il quale verrà condotta un’analisi intensa e approfondita sul tema dello storytelling social a cura dello studio creativo Kreativehouse, un gruppo di giovani talenti invaderà la città per far riemergere racconti antichi, i punti di vista nuovi sul mosaico e per raccontare la propria ricerca artistica nell’arte musiva.

Un’idea che consentirà di sperimentare contenuti culturali, vedere opere d’arte famose delle Collezioni del Museo, la mostra Prodigy Kid. Francesco Cavaliere – Leonardo Pivi ed esplorare gli spazi iconici del MAR attraverso lo sguardo fresco degli insider: i ragazzi che studiano l’arte e vivono quotidianamente la città.

“Siamo profondamente convinti che un’istituzione museale come il MAR debba sempre più connotarsi come luogo aperto al coinvolgimento più largo possibile della cittadinanza, e in particolare delle generazioni più giovani. É indispensabile che i luoghi della cultura siano abitati dai ragazzi e dalle ragazze e che lì si sentano di casa. Questa settima Biennale di Mosaico Contemporaneo ha evidenziato grandi possibilità in questo senso e pensiamo che l’idea di coinvolgere in prima persona gli allievi del Liceo artistico e dell’Accademia nelle strategie comunicative attraverso cui il nostro museo si racconta sia una sfida che corra in questa direzione. Sarà un’esperienza inedita per la nostra città ma siamo certi che attraverso l’espressività e la creatività dei ragazzi e delle ragazze sapremo tutti riscoprire sotto luci nuove anche gli aspetti apparentemente più conosciuti e frequentati del nostro patrimonio artistico.” spiega Fabio Sbaraglia, Assessore alla Cultura e al Mosaico del Comune di Ravenna.

La piattaforma di contenuti virali dedicati ai ragazzi si sta specializzando proprio nelle nicchie creative. La generazione Z (tutti i ragazzi fino ai 25 anni) è immersa in un mondo phygital, termine che sta diventando una delle nuove parole chiave dell’innovazione.

Sono già tanti i musei che hanno scelto di diventare accessibili alla fascia dei ragazzi su TikTok: dagli Uffizi al Museo Archeologico di Napoli, dal Prado al V&A di Londra, passando per Palazzo Strozzi o l’Hermitage di San Pietroburgo. È in ragione della sua altissima potenzialità creativa che molti musei hanno deciso di concentrare qui la propria comunicazione. Aderendo alle sue meccaniche di funzionamento, le istituzioni culturali hanno l’occasione di estendere la propria comunicazione a un target di utenti spesso difficile da raggiungere.

Dove vedere i video – Nel corso dei prossimi mesi i video racconti saranno accessibili a tutti, i progetti più interessanti degli studenti di arte musiva e i video più creativi potranno essere cercati con #BiennaleDelMosaico su Tiktok o accedendo all’account ufficiale del MAR.

Biennale di Mosaico contemporaneo – Con sede a Ravenna, è una biennale che recupera l’edizione del 2021 sospesa a causa della pandemia da Covid-19 e che ci accompagna direttamente a quella del 2023.
La Biennale di Mosaico Contemporaneo è promossa e organizzata dal Comune di Ravenna con il coordinamento di Daniele Torcellini e del MAR – Museo d’Arte della città di Ravenna e realizzata grazie al prezioso sostegno della Regione Emilia-Romagna, del Programma POR FESR Emilia-Romagna 2014/2020 – Asse 6 – Azioni 2.3.1. “Città Attrattive e Partecipate”, de La Cassa di Ravenna S.p.A., della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, di Romagna Acque Società delle fonti. Con l’apertura dei suoi luoghi più suggestivi ad artisti provenienti da tutto il mondo, l’intera città viene coinvolta in un ricco programma di eventi: monumenti, musei, chiostri e spazi simbolici diventano gallerie d’eccezione in cui arte antica e contemporanea sono in costante dialogo tra loro.
Durante la Biennale di Mosaico Contemporaneo di Ravenna tanti eventi e visite guidate accompagnano il pubblico e i turisti presenti in città, con un’attenzione particolare dedicata ai bambini con laboratori di mosaico e visite guidate. Ravenna è sede di convegni e conferenze dedicate a quest’arte in un ricco programma.

Correlati

Felice Casorati in mostra a Parma

Vorrei saper proclamare la dolcezza di fissare sulla tela le anime estatiche e ferme, le cose mute e immobili, gli sguardi lunghi, …

Come collaborare con i brand

Su Domestika un corso pratico di marketing dei servizi creativi per imparare a creare nuove collaborazioni con i brand Aiutare i creativi …

Creativissima, storia di una casa creativa in Emilia

In mostra la moda, il design, tutti i progetti e le illustrazioni di Kreativehouse, il duo creativo che dalla provincia emiliana ha raggiunto milioni di persone in tutto il mondo con messaggi emozionanti.

This is KreativeHouse

We are creative. We solve problems through creativity and marketing processes. We campaign great contents that address cultural and social issues. We are into art, fashion and nonprofit.

Facebook