Infinite shoes, la prima mostra di fashion illustration in Italia

Infinite shoes. A colouring walk into Fashion Illustration – Dal 14 marzo al 2 maggio 2016, la prima mostra collettiva di fashion illustration contemporanea in Italia.

Mai come in questi ultimi anni il fenomeno della fashion illustration sta vivendo una nuova età dell’oro, assumendo una nuova forma di esistenza creativa fatta di contaminazioni con i media digitali e le diverse forme dell’arte.
La mostra celebra questa incredibile stagione dell’illustrazione contemporanea con la prima mostra di fashion illustration in Italia che punta i riflettori sull’icona-feticcio della moda, croce e delizia per donne e uomini di ogni tempo: la scarpa.

La mostra Infinite shoes – a colouring walk into fashion illustration prosegue idealmente il progetto di Andy Warhol, il primo ad interpretare in modo seriale l’archetipo platonico della calzatura, trasformandolo in un’ossessione creativa con cui confrontarsi. Le “infinite scarpe” esposte a Fidenza Village sono glamourosissime nature morte contemporanee capaci di svelare le passioni segrete e i desideri della nostra società.

Andy Warhol – Jean Vaughan, Golden Shoe – 1956
À la Recherche du Shoe Perdu – Andy Warhol
À la Recherche du Shoe Perdu, 2 – Andy Warhol

Gli artisti – i dieci fashion illustrator

Dieci sono gli illustratori di tutto il mondo scelti per rappresentare la fashion illustration contemporanea. Talenti creativi che oltre alle collaborazioni con le più importanti testate di moda e fashion brand, vantano progetti con importanti istituzioni culturali come il Victorian & Albert Museum, il London college of Fashion e la Triennale di Milano.

L’immaginario oscuro e magnetico di Artaksiniya, raffinata artista russa che illumina di vapori al neon figure drammatiche in bilico tra Tamara de Lempicka e Kate Moss. La cinese Sunny Gu che con il gusto tipicamente orientale per la decorazione mescola immaginari rigogliosi e atmosfere hippie inventando un nuovo alfabeto pop. Emma Block, esponente di spicco della “nouvelle vague” dell’illustrazione inglese che, con freschezza, spontaneità e un uso sapiente dell’acquerello e dei toni pastello, dà vita ad atmosfere di raffinata semplicità.

Le immagini frizzanti di Costanza Favero che con intelligenza e colore riesce a catturare l’ironia delle situazioni più comuni. La firma inconfondibile de La fille Bertha, originale e sorprendente nel suo il suo infinito esercizio di stile. E ancora il francese Jeremy Combot che con il suo personalissimo modo di intendere il disegno attraversa il pop contemporaneo, nutrendosi di colori e ispirazioni anni ‘90 in una rielaborazione continua e mai scontata dell’immaginario fluorescente della Mtv generation. Il naif sofisticato di Kelly Beeman che evoca le atmosfere oniriche di Rousseau il Doganiere con un mood eccentrico, assolutamente fashionable. Il talento chic e impressionista di Lucia Emanuela Curzi che in pochi tratti, sfuggenti ed essenziali, riesce a rubare l’anima dei suoi soggetti femminili. Il tratto rarefatto e poetico di Alessandra Scandella che parte dal classico bozzetto per comporre memorie sensuali. E Infine il talento eclettico di Velwyn Yossy, mostro sacro della fashion illustration contemporanea che passa con naturalezza dal disegno alla grafica al progetto di moda.

“Le scarpe hanno una storia che cammina con l’evoluzione socioculturale e di costume della società – spiega la storica del costume e della moda Clara Tosi Pamphili.- Oggi la scarpa segue tante tendenze: il mercato globale porta a un eclettismo che annulla le regole sostenendo una creatività libera in cui i principi ergonomici e la funzionalità dialogano con l’invenzione artistica. Colori, forme e materiali si utilizzano come si farebbe per un oggetto di design”.

Il catalogo – In occasione della mostra Infinite Shoes Fidenza Village ha realizzato un originale catalogo che è anche un colouring bookUn raffinato progetto editoriale che permette al visitatore di continuare l’esperienza della mostra attraverso la pratica dell’art therapy.

La mostra –  La mostra è curata da Clara Tosi Pamphili e Alessio de Navasquez in collaborazione con Cristian Grossi e Matteo Martignoni di Kreativehouse, è realizzata da Fidenza Village che da sempre si dimostra attento alle contaminazioni tra moda e nuove tendenze dell’arte contemporanea.

DOVE – A FIDENZA VILLAGE Via San Michele Campagna Località Chiusa Ferranda
43036 Fidenza (Parma) Italy Tel. +39.0524.33551

mostra fashion illustration illustrazione infinite shoes - La prima collettiva di #fashionillustration in Italia

ORARI – La mostra INFINITE SHOES è visitabile dal 14 marzo al 2 maggio negli orari di apertura di Fidenza Village: tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00

COME ARRIVARE – Fidenza Village è a solo un’ora di viaggio da Milano e Bologna, raggiungibile in auto o in treno dalle stazioni di Milano Centrale o Bologna Centrale, oppure a bordo dello Shopping Express®, un lussuoso servizio autobus che parte tutti i giorni da Milano.

 

Correlati

Le Vetrine dei Talenti

Gio Pastori, La Fille Berta, Ale Giorgini. Tre talenti assoluti per una performance che esplode in mezzo alle persone, vive tra gli oggetti di tutti i giorni, si mescola alle immagini delle vetrine, di youtube, della tv. È grande, è la nuova Arte POP.

Roy Lichtenstein e la POP Art americana

Kreativehouse è orgogliosa di presentare una retrospettiva dedicata ad uno dei più grandi artisti del XX secolo: Roy Lichtenstein. Il genio della …

Sneaker art: Francesco Poroli, Johnny Cobalto, Cinzia Zenocchini

Quelli à la page le chiamano sneaker, sono le care vecchie scarpe da ginnastica che una volta erano considerate il taboo della moda (bruttine, comode ma sfigate) oggi sono state ripensate dai grandi designer per i fashion brand e sono diventate oggetto di culto, collezionate, adorate e personalizzate. Tre grandi artisti le personalizzano in una spettacolare live performance a Fidenza Village

This is KreativeHouse

We are creative. We solve problems through creativity and marketing processes. We campaign great contents that address cultural and social issues. We are into art, fashion and nonprofit.

Facebook